Appello congiunto delle personalità della cultura: "Non permetteremo un ritorno al Nazismo!" - #InfoTurchia
Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

#InfoTurchia

#InfoTurchia

informazione indipendente sulla Turchia di oggi


Appello congiunto delle personalità della cultura: "Non permetteremo un ritorno al Nazismo!"

Pubblicato su 3 Settembre 2015, 13:56pm

In risposta alle operazioni di polizia avviate nei confronti dell’azienda Koza Ipek e del suo gruppo editoriale, è stata avviata una campagna di raccolta firme da parte di vari esponenti del mondo della cultura turca. 180 personaggi, tra cui giornalisti, scrittori e politici, hanno sottoscritto un appello dal titolo: “La Germania hitleriana del 2015”. Nel documento, in cui viene sottolineata anche la coincidenza dell’avvio delle operazioni con il 1° Settembre, Giornata Internazionale della Pace, si afferma che: “con la fine del sogno dell’uomo solo al comando e non potendosi sottrarre agli strascichi dello scandalo del 17-25 dicembre 2013 (giorni in cui ha avuto luogo una massiccia ondata di arresti per corruzione che hanno coinvolto numerosi esponenti del governo, n.d.r.), è iniziato l’ultimo atto di questo spettacolo”. I promotori denunciano anche che altri gruppi editoriali e testate giornalistiche potrebbero adesso essere prese di mira dalle iniziative repressive della polizia, tra cui il gruppo Aydın Doğan, o giornali quali Taraf, Cumhuriyet, Sözcü, per concludere che “Il regime di Erdoğan sta giocando i propri ultimi assi con tutta la violenza di cui è capace, affinché non vengano allo scoperto i giochi sporchi che ha fatto e che ancora cerca di fare.”

Ecco il testo del documento:

La Germania hitleriana del 2015

“Con la fine del sogno dell’uomo solo al comando e non potendosi sottrarre agli strascichi dello scandalo del 17-25 dicembre 2013 è iniziato l’ultimo atto di questo spettacolo. Nelle prime ore del 1° Settembre, Giornata Internazionale della Pace, la polizia ha fatto irruzione nelle aziende della società Koza Ipek, nella casa del suo proprietario e nella sede dell’università privata Ipek. L’agenzia di stampa Anadolu riferisce che l’operazione è stata condotta con l’accusa di aver provveduto al “finanziamento di attività terroristiche”.

Terribile ironia: lo stesso giorno in cui il giornale Bugün, appartenente alla società Koza Ipek, usciva con il titolo “Materiale bellico consegnato all’IS dal varco di frontiera di Akçakale”, la polizia faceva irruzione nelle sedi dei canali televisivi Kanaltürk ve Bugün TV con l’accusa di aver fornito supporto all’organizzazione terroristica dello Stato Islamico. Il giornalista Can Dündar, che aveva pubblicato sulle colonne del quotidiano Cumhuriyet un articolo dal titolo “Ecco le armi che Erdoğan dice che non ci sono”, scatenando lo scandalo riguardante i TIR carichi di materiale militare inviati dai servizi segreti turchi (MIT) in Siria, è stato colpito dall’accusa di violazione del segreto di stato e spionaggio, ed è stata richiesta per lui una condanna a due ergastoli e 42 anni di reclusione. A essere prese di mira sarà prestò la società Aydın Doğan, così come le altre società che ancora non riconoscono l’egemonia del governo, e gli altri organi indipendenti di informazione, come le testate Taraf, Cumhuriyet, Sözcü. Il regime di Erdoğan sta giocando i propri ultimi assi con tutta la violenza di cui è capace, affinché non vengano allo scoperto i giochi sporchi che ha fatto e che ancora cerca di fare

Questo film è stato già vissuto da altri. Il pastore tedesco Martin Niemoeller, inizialmente favorevole all’ascesa del nazismo, sintetizzò nel 1946 in questo modo i pericoli dell’apatia: “All’inizio i nazisti vennero a prendere i comunisti, e io non dissi nulla perché non ero comunista. Poi vennero a prendere gli ebrei, e io non dissi nulla perché non ero ebreo. Poi vennero per i sindacalisti, e io di nuovo non dissi nulla, perché non ero un sindacalista. Poi vennero a prendere i cattolici e io non dissi nulla perché non ero cattolico. Alla fine vennero a prendere me e non era rimasto nessuno che potesse dire qualcosa.” Noi questo film non lo abbiamo vissuto, non lo abbiamo visto, ma lo conosciamo bene. Non permetteremo che venga fatto vivere alla Turchia.”

I firmatari:

Necati ABAY Haldun AÇIKSÖZLÜ Kadir AKIN Mahmut AKPINAR Murat AKSOY Kamil AKSOYLU Ayhan AKTAR Cengiz AKTAR Hüseyin ALATAŞ Ahmet Turan ALKAN Şahin ALPAY Mehmet ALTAN Garbis ALTINOĞLU Ali Halit ARSLAN Bülent ATAMER Sabri ATMAN Yıldız AYDIN Erkam Tufan AYTAV Ergun BABAHAN Hayko BAĞDAT Nivart BAKIRCIOĞLU Türkan BALABAN İrem BARUTÇU Fikret BAŞKAYA Özgür BAŞKAYA Erhan BAŞYURT Ayşe BATUMLU Sennur BAYBUĞA Oya BAYDAR Yavuz BAYDAR Rıdvan BİLEK Abdülhamit BİLİCİ Mücahit BİLİCİ Akın BİRDAL Hale BOLAK Hasan BURGUCUOĞLU Abud CAN Mahmut CANTEKİN Hasan CEMAL Orhan Kemal CENGİZ Perihan ÇAKIROĞLU Koray ÇALIŞKAN Cengiz ÇANDAR Tuba ÇANDAR Tuma ÇELİK Sait ÇETİNOĞLU Hatice ÇEVİK Tamar ÇITAK Kemal ÇİÇEK Sinan ÇİFTYÜREK Tamer ÇİLİNGİR Mustafa ÇOLAK Mehmet DEMİROK Fatma DİKMEN Atilla DİRİM Erdal DOĞAN Ekrem DUMANLI Can DÜNDAR Neşe DÜZEL Murad EKMEKÇİOĞLU Aydın ENGİN Alev ER Füsun ERDOĞAN Muzaffer ERDOĞDU Abdulbaki ERDOĞMUŞ Doğu ERGİL Yalçın ERGÜNDOĞAN Mehmet ERKEK Oktay ETİMAN Mehveş EVİN Şebnem Korur FİNCANCI İnan GEDİK Adnan GENÇ Ramazan GEZGİN Gül GÖKBULUT Ali GÖKKAYA Nuh GÖNÜLTAŞ İştar GÖZAYDIN Mehmet GÜÇ Kazım GÜNDOĞAN Selçuk GÜLTAŞLI Ertuğrul GÜNAY Hasan GÜRELLİLER Seyfettin GÜRSEL Jozef HADODO Garbis HATEMO İnci HEKİMOĞLU Memik HORUZ Ayşe HÜR Aykut IŞIKLAR Nazlı ILICAK Şaban İBA Ercan İPEKÇİ Erdal KALKAN Ercan KANAR Yusuf KANLI Eser KARAKAŞ Ümit KARDAŞ Hasan KAYA Feyaz KERİMO Eren KESKİN Ferhat KENTEL Suat KINIKLIOĞLU Ahmet Hulusi KIRIM Emre KOCAOĞLU Serdar KOÇMAN Mahmut KONUK Adnan Challma KULHAN Murat KUSEYRİ Ergun KUZENK Ömer LAÇİNER Ömer MADRA Recep MARAŞLI Faruk MERCAN Nuray MERT Erkan METİN Özcan METİN Nil MUTLUER Yavuz OĞHAN Adil OKAY Baskın ORAN Sadettin ORHAN Yener ORKUNOĞLU Garabet ORUNÖZ Orhan OĞUZ Niyazi ÖKTEM Pınar ÖMEROĞLU Hüsnü ÖNDÜL Osman ÖZARSLAN Bilal ÖZCAN Haluk ÖZDALGA Mehmet ÖZER Değer ÖZERGÜN Doğan ÖZGÜDEN A.Hicri İZGÖREN Kermo READA Bekir REYHAN Cafer SOLGUN İnci TUĞSAVUL Mümtar'er TÜRKÖNE Erkan SAKA Suzan SAMANCI Meral SARAÇSEVEN Vecdi SAYAR İbrahim SEVEN Özcan SOYSAL Hanna BETH-SAWOCE Nora ŞENİ Güngör ŞENKAL Zeynep TANBAY ÖmerTAŞPINAR Bülent TEKİN Ali TEZEL Gönül TOL Tarık TOROS Zeynep TOZDUMAN Mesut TUFAN Attila TUYGAN Ira TZOUROU Mehmet ULUIŞIK Ferhan UMUK Cemal UŞŞAK Nadya UYGUN Mihail VASİLİADİS David VERGİLİ Süleyman YAŞAR Erdal YAVUZ Kenan YENİCE Derya YETİŞGEN Mustafa YETİŞGEN Yasin YETİŞGEN Elif YILDIRIM Erdal YILDIRIM Mehmet YILMAZ Şanar YURDATAPAN Bozkurt Kemal YÜCEL Hakan YÜCEL Ramazan ZENGİN Hasan ZEYDAN Gün ZİLELİ

Archivi blog

Post recenti

BlogItalia - La directory italiana dei blog