Ministero del Lavoro: in un anno 1570 operai hanno perso la vita sul lavoro - #InfoTurchia
Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

#InfoTurchia

#InfoTurchia

informazione indipendente sulla Turchia di oggi


Ministero del Lavoro: in un anno 1570 operai hanno perso la vita sul lavoro

Pubblicato su 3 Febbraio 2015, 11:00am

Tags: #lavoro, #omicidi del lavoro, #sicurezza sul lavoro, #incidenti sul lavoro

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale, Faruk Celik ha dichiarato che nell'ultimo anno il numero degli operai morti sul lavoro ammonta a 1570 mentre i feriti ammontano a 214.101.

Il Ministero che negli ultimi 3 anni ha esaminato 848 casi di incidenti sul lavoro, ha deciso una sanzione pecuniaria soltanto per 507 datori di lavoro per una cifra totale di 2 milioni 685 mila lire turche(circa 977 mila Euro).

Secondo la notizia del 31 gennaio di Firat Kozok, del giornale “Cumhuriyet”, in seguito alla morte di 10 operai per la costruzione del Torun Center ad Istanbul, il deputato di Bartin del CHP, Riza Yalcinkaya, aveva portato all'ordine del giorno dell'Assemblea Nazionale gli incidenti sul lavoro in Turchia, le relative misure e il quadro che ne emerge dopo gli incidenti. Nell'inchiesta parlamentare Yalcinkaya aveva chiesto al Ministro Celik, oltre al resoconto sull'operato degli ispettori ministeriali, anche le statistiche riguardo l'anno scorso.

La risposta fornita dal Ministro Celik ha rivelato la situazione riguardo le morti sul lavoro in Turchia. Celik ha affermato che il Ministero effettui delle ispezioni dal 2009 riguardo i rischi e le aree di lavoro e che dal 2012 siano partite delle ispezioni programmate riguardo la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro. Celik ha descritto il risultato delle ispezioni nella maniera seguente:

“E' stato decretato la sospensione o il fermo dell'attività di costruzione riguardo 57 degli 86 luoghi di lavoro nel 2009; 284 dei 297 luoghi di lavoro nel 2010; 314 dei 326 luoghi di lavoro nel 2011; 336 dei 443 luoghi di lavoro nel 2012. Nel 2013 sono state ispezionate, in maniera programmata e non, un totale di 1206 attività, su 155 delle quali è stato decretato il fermo. Riguardo le stesse, inoltre, sono state previste delle pene pecuniarie.”

Archivi blog

Post recenti

BlogItalia - La directory italiana dei blog